Come riutilizzare ciò che avanzi nel piatto!
Come riutilizzare ciò che avanzi nel piatto!

Il Nordic Walking è un’attività sportiva che permette di allenarsi ma anche di chiacchierare nel contempo.
Incontri un’ortica sul percorso e via che si parla di risotto… Quando si inizia a parlare di cibo, ciò che sento dire spesso è che le cose buone fanno ingrassare.
Questo non è assolutamente vero, anzi, mangiare con gusto e assaporare i cibi è possibile e ti fa stare meglio!
A chi farebbe piacere mangiare una cosa cattiva? Sfatiamo il mito che le persone magre mangiano cose che non gli piacciono!
Io conosco tante persone con un bel fisico, e posso assicurarti che mangiano cose buone, che chi è a dieta si sente in colpa solo ad immaginarsele!
Un suggerimento che spesso do, quando qualcuno si rivolge a me per rimettersi in forma, è di ascoltare il proprio corpo.
Il tuo corpo ti manda dei messaggi che ti fanno capire se quello che mangi va bene per te, ti fanno capire quando è il momento di posare la forchetta, che di sicuro non è quando ti slacci i pantaloni perché la pancia sta scoppiando!
Su questo argomento trovo delle forti resistenze, perché significa a volte anche avanzare del cibo nel piatto. Qualcuno mi dice “che è peccato”, altri dicono “mi dispiace pensare ai bambini che non hanno da mangiare”.

A me d’istinto viene da dire: “bene, allora tratti il tuo corpo come sostituto del bidone della spazzatura?!”
In realtà il focus di chi mi parla non è sul trovare una soluzione a questa situazione, ma trovare dei validi motivi per non cambiare le proprie abitudini.
Chi segue questa indicazione sa bene che invece è sufficiente mettere le cose in frigorifero e mangiarle al pasto successivo, fino a quando non ha imparato a fare le dosi che soddisfano veramente ciò che è sufficiente al corpo.
A me questa regola ha stimolato la fantasia: quando lascio qualcosa nel piatto mi chiedo:come posso riciclarla?”
E qui ti si apre un mondo di possibilità.
Pensaci: comperi il pollo arrosto, e avanzeresti volentieri il petto, la parte più asciutta e meno saporita che nessuno vuole. Certo che non la vuoi buttare via, per cui qualcuno si sacrifica e la mangia.
La risposta alla domanda che mi faccio spesso, ovvero: “come posso riciclarlo?”
mi ha portato a mettere in parte il petto senza farlo nemmeno arrivare in tavola.
E che cosa ne faccio? Ti do un paio di dritte:
1) Zucchine ripiene. Ho comperato il pollo arrosto, delle zucchine tonde, pangrattato, uova e del macinato scelto.
Ho messo in parte il petto e successivamente ho tolto la polpa dalle zucchine. Il petto l’ho tritato e  l’ho aggiunto assieme al macinato, uova ed il pangrattato, ho amalgamato bene il tutto e l’ho messo all’interno delle zucchine. Un po’ di grana grattugiato sopra e la parte che ho tagliato della zucchina l’ho usata come coperchio. In forno a 180 gradi per una ventina di minuti … da provare!
2) Ho detto che non si butta niente, ed allora la polpa della zucchina l’ho unita al macinato ed al petto di pollo avanzato per preparare le zucchine ripiene e ci ho fatto degli hamburger con polpa di zucchine.

L’Istruttore Francesco Potasso

Avanzare nel piatto è OK