Nordic Walking e Fisioterapia
Nordic Walking e Fisioterapia

 

Ho fatto il corso di NW nel 2011. Ero contenta ed entusiasta di questa nuova esperienza: un’ottima alternativa per il movimento quotidiano in città all’occasionale trekking in montagna. Purtroppo per alcuni problemi al gomito ho dovuto interrompere quasi subito la pratica ma non vedevo l’ora di poter ritornare e consolidare ciò che avevo imparato con Francesco e Luana.
Quando all’inizio dell’estate mi era arrivata la newsletter che annunciava un incontro di Camminata consapevole al Parco di Cormor non ci potevo credere: non solo avrei avuto la possibilità di riprendere e rimotivarmi ma addirittura si avrebbe la possibilità di analizzare l’attività della camminata anche dal punto di vista medico!
Ed eccoci all’incontro: un gruppo numeroso, giustamente eterogeneo – giovani e meno giovani, sportivi e meno sportivi – un gruppo unito dalla curiosità e evidentemente dalla voglia di imparare qualcosa di nuovo o approfondire il già noto, vederlo da un’altra angolatura.
Erano due ore piene, scandite dall’alternanza della spiegazione da parte di Francesco dell’atto tecnico con quella di Lorenzo dal punto di vista del lavoro delle articolazioni, delle fasce muscolari. I due simpatici istruttori si completavano con spontaneità e chiarezza. Bravissimi!
Alla fine dell’incontro mi sono resa conto che in due intense ore abbiamo avuto la spiegazione base del Nordic Walking in piccole indovinate dosi passo dopo passo fino alla rullata finale.. Splendido! Chi ha già fatto il corso di NW se ne è reso pienamente il conto (anche se, chiaro, il corso è più articolato), chi no, si è reso conto cosa vuol dire il Nordic Walking e ha capito le differenze sostanziali tra i bastoncini e il passo appunto da NW e quelli di trekking, due movimenti diversi, spesso confusi tra di loro.
Credo che molti dei partecipanti si iscriveranno al prossimo corso base, compreso la simpatica signora che incantata ripeteva: “In vita mia non ho fatto nessun sport…, non avrei mai detto che avrei avuto l’occasione di praticarne uno..” E io, visto che ho saputo che è possibile ripetere il corso gratuitamente, farò lo stesso!
Alla fine dell’incontro si diceva che il lungo e dinamico passo del NW è particolarmente adatto ai percorsi pianneggianti o leggermente ondulati. Il Parco del Cormor si presta molto a questo tipo di camminata. Vorrei però suggerire a chi abita nella zona dell’Udine Nord e non lo conosce ancora che c’è una bella alternativa – il Parco del Torre.
Io ci vado partendo da Beivars (saranno cc 6′ – 7′ in macchina da Chiavris). In questa stagione, a chi può, suggerisco andare il mattino sul presto – dopo le 7.00 si già può incontrare qualche persona – chi va a camminare, chi a correre, qualcuno fa la passeggiata con il cane. Il sentiero è bene in vista, che non guasta per le ragazze sole, ci sono varianti che potete scoprire anche da soli, con tratti anche all’ombra ma questi forse preferibili a percorrere in compagnia. La piantina, come sul persorso a tappe della Ippovia di Cormor, contiene i vari tratti con distanze. Il percorso base che faccio io ha 4 km, pero superando la rotonda si prosegue (questo è sempre meglio fare in compagnia, è più isolato e meno frequentato) verso il San Bernardo o volendo fino a Coltello o oltre. Spero di incontrarvi…
E ora ancora congratulazioni di nuovo a Francesco e Luana per la loro splendida Maria Sole e un rinnovato grazie anche a Lorenzo Partriarca ed altri collaboratori del NW Udine.

PER LEGGERE ALTRE TESTIMONIANZE DI CHI HA GIA’ FATTO IL CORSO CON NOI, CLICCA QUI.

Testimonianza Marika Mastromonaco